Bonus Psicologo: cos’è, come funziona, come richiederlo

Il Bonus Psicologo è il primo incentivo dedicato alla cura della salute mentale, nato con l’entrata in vigore del decreto-legge n. 228 del 30 dicembre 2021.

L’agevolazione è stata ideata per via del fatto che sempre più cittadini risultano soffrire di condizioni di depressione, ansia e stress, in seguito al periodo di emergenza legato al Covid-19.

Leggi anche: “Reddito di Solidarietà da 650 euro: addio RdC, cosa accadrà?”.

Vediamo come funziona, chi può usufruirne e come si richiede.

Bonus Psicologo: come funziona, beneficiari

Il Bonus Psicologo concede un contributo economico a favore dei cittadini che intendono frequentare sessioni di psicoterapia presso specialisti privati. Questi dovranno essere regolarmente iscritti nell’elenco degli psicoterapeuti, nell’ambito dell’Albo degli psicologi.

Per poter partecipare inoltre, i professionisti dovranno dimostrare di aver aderito espressamente all’iniziativa mediante l’invio di una comunicazione al CNOP (Consiglio Nazionale Ordini degli Psicologi), che provvederà poi a comunicare l’elenco completo all’INPS.

Le modalità di usufrutto e le istruzioni per l’invio della richiesta sono state definite appunto con la Circolare n. 83 del 18 luglio 2022 dell’INPS, ente che si occupa della totale gestione dell’incentivo, incluso il rilascio dei contributi.

Qui si legge che ha diritto a beneficiare dell’agevolazione “ogni persona in condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, a causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica, che sia nella condizione di beneficiare di un percorso psicoterapeutico”.

Gli ulteriori requisiti richiesti per accedere al Bonus Psicologo sono:

  • ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, che non sia superiore a 50.000 euro;
  • Residenza in Italia al momento dell’invio della richiesta.

L’importo del beneficio concesso può essere di 200 euro, di 400 euro oppure di 600 euro. Ciò dipende proprio dall’ISEE del richiedente, in quanto l’agevolazione vuole dare precedenza alle fasce reddituali più basse.

Nello specifico, spetterà un contributo di:

  • 600 euro, per un massimo di 50 euro a seduta, ai cittadini con ISEE inferiore a 15.000 euro;
  • 400 euro, per un massimo di 50 euro a seduta, a favore dei cittadini con ISEE tra i 15.000 e i 30.000 euro;
  • 200 euro, sempre per massimo 50 euro a seduta, per gli ISEE superiori ai 30.000 euro e fino a 50.000 euro.

Invio richiesta e modalità di utilizzo: come fare, cosa sapere

Le richieste per beneficiare del Bonus Psicologo possono essere presentate dal 25 luglio 2022 fino alla data ultima del 24 ottobre 2022.

Qualora, per le domande presentate entro questi termini, dovesse risultare un ISEE errato o contenente dati mancanti, i richiedenti avranno tempo fino al 24 novembre per rettificare l’ISEE.

Ci sono due modi per poter richiedere l’agevolazione:

  1. Per via telematica tramite il sito dell’INPS, mediante il servizio “Contributo sessioni psicoterapia” nella categoria delle prestazioni non pensionistiche;
  2. Chiamando il Contact Center dell’INPS ai numeri 803 164 da rete fissa (gratuito), oppure 06 164 164 da rete mobile (a pagamento in base al proprio gestore).

È possibile presentare domanda per se stessi, ma anche per i figli minori o per le persone interdette, inabilitate o che possiedono un amministratore di sostegno. In questi casi:

  • Per i bambini e i ragazzi minorenni, potrà presentare domanda il genitore, tutore, affidatario o il soggetto che esercita la responsabilità genitoriale;
  • Per i soggetti interdetti, inabilitati o per i beneficiari dell’amministratore di sostegno, a presentare domanda dovranno essere rispettivamente il tutore, il curatore e l’amministratore di sostegno.

In seguito al termine di scadenza per l’invio delle domande, saranno stilate le graduatorie per l’assegnazione del beneficio. Come accennato prima, nell’assegnazione si darà precedenza ai redditi inferiori e, solo nei casi di parità di ISEE, si terrà conto della data di presentazione della domanda.

In caso di esito positivo, il beneficiario riceverà un codice univoco per ogni seduta che dovrà fare. Il codice, del valore di 50 euro, dovrà essere consegnato al professionista, che lo inserirà nell’apposita sezione del portale per poter ricevere l’importo direttamente dall’INPS.

Leggi anche: “Bonus Senza ISEE: quali sono, requisiti, scadenze”

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!