Quotazione platino: valore, andamento, previsioni

Molti investitori continuano a seguire con notevole interesse la quotazione platino. Il motivo è da ricercare nel fatto che anche questo metallo prezioso è stato a lungo ritenuto un bene rifugio. Una reputazione uscita notevolmente incrinata da un biennio estremamente negativo come quello 2017-18, quando si è verificato uno scivolamento molto forte del suo prezzo.

Nel corso degli anni successivi la quotazione platino è tornata a crescere e a mantenersi su buoni livelli, come sta accadendo quest’anno. La situazione, però, potrebbe cambiare notevolmente a causa della crisi innescata dallo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina. Proprio il gigante eurasiatico, infatti, è insieme al Sudafrica il maggior produttore mondiale del metallo prezioso.

Quotazione platino: andamento di mercato

Al momento della scrittura di questo articolo, il platino vede il suo valore attestarsi sui 29,80 euro al grammo. Se si prova a vedere i dati dell’ultima settimana, dell’ultimo mese e dell’ultimo trimestre, si potrà notare che il valore cambia in termini abbastanza contenuti.

Mentre può in realtà rivelarsi più interessante andare a visionare la quotazione platino nel corso degli ultimi 10 anni. I dati in questione sono sempre riferiti all’ultima seduta dell’anno e ad un grammo di metallo prezioso.

Anno 2022 (in corso) – 29,80 €

Anno 2021 – 27,28 €

Anno 2020 – 27,82 €

Anno 2019 – 27,36 €

Anno 2018 – 22,33 €

Anno 2017 – 24,87 €

Anno 2016 – 27,99 €

Anno 2015 – 26,12 €

Anno 2014 – 31,36 €

Anno 2013 – 31,18 €

Anno 2012 – 37,28 €

Come si può vedere, quindi, dopo un triennio felicissimo come quello tra 2012 e 2014, la quotazione platino è scesa notevolmente, toccando il fondo nel 2018. Da quel momento è tornata a salire assumendo una certa stabilità. Nell’anno in corso ha quindi iniziato a salire di nuovo e, naturalmente, sono in molti a domandarsi cosa potrebbe accadere nel futuro.

Quotazione platino: previsioni future

Quali sono le previsioni future sulla quotazione platino? Si tratta di una domanda cui non è facile rispondere in questo momento. Il platino, infatti, è presente sul pianeta in quantitativi trenta volte inferiori a quelli dell’oro, il bene rifugio per eccellenza. Già questo dato fa capire come eventi improvvisi di carattere geopolitico possono avere un’influenza molto forte sul suo prezzo.

Proprio mentre scriviamo questo articolo, uno dei due maggiori produttori globali di platino, la Russia, si trova nel mezzo di un conflitto con l’Ucraina di cui è molto difficile capire gli sviluppi. Se il conflitto dovesse durare ancora a lungo, con il prolungamento delle sanzioni nei confronti del governo di Mosca, commercializzare il platino estratto in Russia potrebbe rivelarsimolto complicato.

Quotazione platino: cosa si prevede per il futuro?

Nell’immediato futuro si può prevedere una crescita della quotazione platino. Il motivo è da ricercare nel fatto che questo metallo prezioso viene utilizzato in una vasta gamma di applicazioni in settori come quello dei gioielli, automobilistico, dentale, medico, chimico, elettrico, oltre che nella produzione del vetro. Proprio in considerazione del fatto non ce n’è molto, l’offerta di platino risulta sensibilmente maggiore rispetto all’offerta disponibile.

In questa situazione viene poi a inserirsi la crisi geopolitica conseguente allo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina. Per i settori che abbiamo ricordato gli approvvigionamenti attuali sono molto più complicati rispetto all’inizio dell’anno. Proprio per questo la quotazione platino potrebbe crescere in maniera sensibile nel corso dei prossimi mesi. A meno di un improvviso mutamento tale da portare ad una pace tra i due Paesi in guerra.

Investire in platino: conviene?

Investire in platino conviene? Se solitamente è complicato riuscire a formulare previsioni in grado di reggere alla prova dei fatti, in questo caso ci sentiamo di sbilanciarci e di consigliare l’acquisto di metallo prezioso. A spingerci in tal senso è non solo la situazione creata dalla guerra tra Russia e Ucraina, ma anche la constatazione che la quotazione platino è solitamente più volatile rispetto a quelle di oro e argento.

Se, come si pensa, gli approvvigionamenti di platino per i settori che abbiamo ricordato inizieranno a scarseggiare, il prezzo del metallo potrebbe toccare livelli che erano ritenuti impensabili all’inizio dell’anno. Naturalmente, il consiglio è quello di investire con oculatezza e in termini di diversificazione del portafogli, in modo da evitare pericolose avventure.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Dario Marchetti

Dario Marchetti

Blockchain Expert & Crypto-Specialist. Laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, scrivo per RomaFinanza su argomenti di crypto-economy, blockchain, NFT, materie prime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!